mercoledì 2 ottobre 2013

Il Mistero di Montalbieri

Villa Montalbieri Valdagno
Grazie a Rino Preto per la foto

Montalbieri... quanti misteri!
Chi è di Valdagno e dintorni sa benissimo che cosa sia Montalbieri.
Si tratta di una villa in stile Liberty, proprietà della famiglia Marzotto, dove la suddetta famiglia si ritirava quando a Valdagno faceva troppo caldo.
Ora che vivo a Carpi (Mo) da qualche anno, quando abbino la parola Caldo alla parola Valdagno mi vien semplicemente da ridere ma finché abitavo in Valle ci credevo anch'io che lì facesse caldo.
Anyway, Moltalbieri è sempre stata per me un mistero.
Eh già.
Dopo essere stata residenza "anti-calura" della nobile famiglia Valdagnese, Montalbieri divenne simbolo di aria buona per tanti esseri scalcianti che, in periodo fascista, venivano portati in colonia per rafforzare la salute.
Sempre legato alla salute è stato il suo ennesimo cambio di destinazione, durante la guerra: Montalbieri divenne l'ospedale da campo più grande del circondario valdagnese.
Mia madre è nata nel 1946 e si ricordava di Montalbieri terza versione: ovvero il turismo infantile degli anni '50.
Per me Montalbieri era un insieme di muri fatiscenti contornati da un bosco dove, ogni tanto, s'andava con gli scout per qualche caccia al tesoro.
Adesso vi racconto una cosa che vi farà sorridere.
Ero a Montalbieri con gli scout ed io si giocava. Era una sorta di battaglia che prevedeva la conquista del territorio nemico. Per non essere scoperta io mi nascosi nel bosco e avanzavo per vie traverse verso la conquista del mio obiettivo.
Seduta tra un cespuglio e l'altro vedo arrivare di fronte a me uno in mimetica e col fucile pronto.
Di per sé mi prende il panico ma con fare del tutto bambinesco (malgrado avessi già attorno ai 18 anni) dico pronta: "Guarda, io non gioco con te".
Il bosco era pieno di simil soldati pronti alla guerra simulata con tanto di pallottole di vernice.
Inutile dirvi quanto fu difficile portare a termine la caccia al tesoro quel giorno.
Quella fu l'ultima volta che gironzolai per Montalbieri e boschi limitrofi.
Poi iniziarono i lavori e non fu più agibile.
Dopo questo fu la vita a portarmi distante da Valdagno e da quel bosco.
Ora come ora vorrei tornarci.
So che è una casa di riposo per anziani ma io vorrei girare finalmente dentro lo stabile per vedere com'è.
Tutte le volte, da piccola, mi fermavo sulla gradinata e non salivo.
Mi dissero che dentro c'erano dei fantasmi e, ora che so la storia di quel luogo, non stento a crederci.
Forse è anche per questo che vorrei tornare.

2 commenti:

  1. Anche a me e' capitato di andare, da piccola, a fare dei picnic a Montalbieri e quell'edificio mi ha sempre incuriosita e stregata. Con l'immaginazione una bambina viaggia facilmente e, nella mia testa, nuvole di feste si intrecciavano con corse delle crocerossine, rigorosamente nella versione di Candy- Candy. Mi piacerebbe tanto sentire chi quelle stanze le ha vissute...perche' non basta respirare quei muri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah quanto mi piace il tuo ricordo!!
      Grazie per essere passata di qui...

      Elimina

Ciao, ti ringrazio per il commento che mi lascerai.
Ogni contributo è sempre molto importante.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...